Share

M.°Giuseppe Capriglia

Giuseppe Capriglia nasce a Grottaglie (TA), il 20 novembre 1947: un anno dopo la sua famiglia si trasferisce a La Seyne Mer, nel sud della Francia, dove trascorre l’infanzia e gran parte dell’adolescenza.

Negli anni ’60, il diffuso bullismo dava luogo a fenomeni violenti, come la formazione di bande rivali, i cosiddetti “blousons noirs”. Questo spinse il giovanissimo Capriglia, spesso minacciato da bulli di strada, ad intraprendere lo studio delle Arti Marziali, all’età di 13 anni.

Inizia a frequentare una palestra del luogo, dove venivano insegnate le allora più diffuse forme di lotta giapponese: Karaté, Jiujitsu e Aikido.

Con lo scopo d’imparare a difendersi, Capriglia si applicò con determinazione, apprendendo tutto ciò che poteva sul combattimento.

M.° Giuseppe CaprigliaNel 1969 torna in Italia con la famiglia. Poco più che ventenne, si arruola nell’allora Arma della Pubblica Sicurezza. Qui, ha anche l’opportunità di continuare gli allenamenti nei centri sportivi dell’Arma stessa; e spesso gli viene chiesto di preparare i colleghi alla difesa personale.

Nel 1976 viene assunto presso i servizi di sicurezza della F.A.O. a Roma. Presso la Fiamma Yamato, studia il Kung Fu Nan Kuen Pak Toy con il M° Choo Kan Sing.

Affascinato dalla spettacolarità del Wushu (che in quegli anni prendeva piede in Italia), fonda un gruppo di appassionati delle arti marziali cinesi, la Scuola della Fenice; si dedica allo studio dello Stile Chang Quan e al maneggio del bastone.

1548196_517188508394846_1005125812_o

M.° Giuseppe Capriglia a Pechino

In questo periodo si arricchisce di conoscenze ed esperienze, grazie a continui incontri e scambi tecnici con molti membri dei servizi di sicurezza FAO, nonché con altri esperti  di arti marziali, provenienti da tutto il mondo.

Affascinato dalla profondità e dall’efficacia del Ba Gua Zhang, grazie alla Sezione cinese della F.A.O e dell’Ambasciata Cinese, riesce a coinvolgere atleti di rilievo, accreditati presso la stessa F.A.O.

Nel 1979, dopo ulteriori studi e ricerche nello Stile anche Thsieu Lam, Capriglia viene abilitato all’insegnamento, dal M° Lee Ding Tho, affiliandosi alla F.I.K.T.E.D.A. Nel 1985, trasferisce l’affiliazione della Scuola nell’ambito dell’A.I.C.S.

In quell’occasione, gli viene riconosciuta una nota di merito per avere redatto un regolamento di gara, nel quale i praticanti di ogni Stile potevano mettere in risalto le loro proprie prerogative tecniche.

M.° Giuseppe Capriglia

ancora il M.° Giuseppe Capriglia a Pechino

In virtù degli eccellenti risultati ottenuti con questo Regolamento, viene nominato Direttore della sezione arbitrale.

La Scuola cresce di prestigio, grazie alla partecipazione a gare, a scambi tecnici e soprattutto alle esibizioni; attraverso l’Associazione Italia-Cina, diventta solido riferimento di atleti e funzionari cinesi, nonché di importanti personalità delle Arti Marziali, come ad esempio il M° Betti Berutti.

Nel 1990, l’affiliazione della Scuola viene trasferita alla F.I.T.A.K.

Al M° Capriglia viene riconosciuto il 5° Chie della cintura nera.

Nello stesso anno, il M° Capriglia, decide di concedersi un periodo “sabatico” dalle attività federali, nominando il M° Mauro Ria come suo successore.

Nel 1999 il M° Capriglia riprende l’insegnamento nella Difesa Personale presso una sezione delle Nazioni Unite, la World Food Program. A tutt’oggi il M.° Giuseppe Capriglia continua a supervisionare le attività della nostra Scuola, Nei Jia Scuola della Fenice, in sinergia col M.° Mauro Ria.

(Visited 368 times, 1 visits today)